Palazzo degli Armatori appartamento storico

Vivienda alquilada entero - Anfitrión: Giovanni

  1. 4 huéspedes
  2. 2 dormitorios
  3. 4 camas
  4. 1 baño
Alojamiento entero
Vas a tener tu departamento solo para vos.
Limpieza avanzada
Este anfitrión se comprometió a seguir el proceso de limpieza avanzada de 5 pasos de Airbnb.
Fantástico proceso de check-in
El 100% de los últimos huéspedes calificaron con 5 estrellas el proceso de check-in.
Se permiten mascotas
Este es un servicio popular que suelen buscar los huéspedes.
Appartamento familiare in uno dei palazzi più belli a Camogli, proprietà di armatori garibaldini, in pieno sole, con vista mare a 180° sul Golfo e giardino.

Sarete accolti come a casa per soggiorni brevi o lunghi, in ogni stagione: 130mq, 5 vani, camera matrimoniale e doppia, salone. Gli ampi e freschi spazi hanno un arredo d'epoca con finiture di pregio originali dell'800: affreschi, pavimenti in cotto e camino...
Tranquillo e comodo per tutto, sopra la Piazzetta.

Cod. CITRA n.° 010007LT0392

El alojamiento
L'appartamento è al 2° piano, con piccolo ascensore, situato nel più elegante edificio della palazzata costruita nel 1870 dai ricchi armatori camoglini per le loro case di rappresentanza. E' composto da 5 grandi vani: salone doppio con caminetto e sala da pranzo comunicante; camera matrimoniale, camera doppia; bagno finestrato con bidet, doccia e semi-vasca; spaziosa cucina abitabile.
Eventualmente in soggiorno un divano-letto per un quinto ospite.

La casa é corredata da tutti i comforts per la permanenza: riscaldamento autonomo e ventilatore; stendipanni a corda; vari armadi e scarpiera; scrivania; persiane regolabili e tende; TV satellitare a schermo piatto, Wi-Fi pocket; stereo/radio e cuffie. La cucina è completamente attrezzata: un secondo tavolo con tovaglie e canovacci; frigo-freezer, lavastoviglie e lavatrice; pentole complete, servizi da tavola, flûte con calici e set per ghiaccio; utensileria varia; forno e microonde; la teiera con bollitore elettrico e macchina per il caffè a capsule Nescafé-DolceGusto; spremiagrumi elettrico, frullatore e tritatutto; set per la raccolta differenziata. E poi il phón asciugacapelli, il ferro con asse da stiro, la scopa elettrica e l'occorrente per tutte le pulizie, compresi i detersivi generici per piatti, lavastoviglie e lavatrice, ecologici e ipoallergenici.

Il Palazzo, identificabile dal mare perfino da Genova, ha un'ottima esposizione. Due delle ampie finestre si affacciano in pieno Sud, con sole dalla tarda mattina fino a sera, e sono un punto di vista privilegiato del Golfo Paradiso: una superba vista mare a 180° che spazia da Punta Chiappa (Capo di Portofino) e -passando per Recco, Sori, Pieve...- si spinge fino ai grattacieli e alle luci del centro di Genova, adocchiandone la famosa Lanterna. Nelle mattine terse e nei tramonti d'estate, si potrà invece scorgere anche la costa dell'intera Riviera Ligure di Ponente, con dietro le Alpi Marittime, oppure la più lontana Corsica.
Ai vostri piedi, invece, vedrete i rigogliosi giardini del Palazzo e, poco oltre, la Piazzetta di Camogli con il suo pino marittimo svettante, la via principale con tutti i servizi e l'accesso alla Passeggiata a Mare tra le case del borgo, verso l'Isola, raccolta intorno alla chiesa dell'Assunta e al caratteristico porticciolo ligure. La grande spiaggia si raggiunge davvero in pochi minuti, anche con due comodi ascensori pubblici gratuiti che evitano le scale.

Le rifiniture interne sono di tutto rispetto, sin dall'atrio del condominio: ogni soffitto, alto 4metri, è affrescato con decori raffinati che rimandano alla massoneria e alle arti, gli infissi sono tutti originari mentre la porta doppia è intagliata con l'araldica. I pavimenti, invece, sono di mattonelline in cotto originali del 1870 e, in ciascuna stanza, disegnano diverse geometrie colorate che incorniciano un arredamento d'epoca, volutamente fedele agli ambienti e alla storia del Palazzo.
Nel salone spicca un pezzo unico, gioiello di quest'appartamento: è un pregiato caminetto [non funzionante] scolpito in marmo Portoro, un marmo ligure estratto nelle ormai esauste cave di Portovenere (SP) richiesto, al tempo del Barocco, a Vérsaillés e nelle corti europee, per via della ricca striatura dorata su sfondo nero.

Il nostro appartamento è perfetto sia per l'inverno che per l'estate: nella stagione calda la doppia aria e l'affaccio sugli orti o giardini laterali garantiscono quasi sempre la piacevole ariositá degli ambienti ed una fresca brezza serale.
D'inverno, invece, le stanze rimangono calde e luminose e sono comunque godibili; soprattutto, il clima della Riviera permette di potersi godere il tepore del sole nel nostro piccolo giardino privato -curato periodicamente da un giardiniere- caratterizzato da macchia mediterranea con piante grasse ed aromatiche, limoni e sotto un fresco pergolato. È presente un rubinetto di acqua potabile con la canna, per una possibile doccia esterna, ed in dotazione viene fornito un tavolino con le sue 2 sedie.

¿Dónde vas a dormir?

Dormitorio 1
1 cama doble
Dormitorio 2
2 camas de una plaza
Living
1 sofá cama

¿Qué ofrece este lugar?

Vista a la bahía
Vistas de la ciudad y el horizonte
Acceso a la playa - Frente a la playa
Cocina
Wifi
Estacionamiento gratuito en la calle
Se permiten mascotas
Televisor
No disponible: Detector de monóxido de carbono
No disponible: Detector de humo

Seleccioná la fecha del check-in

Agregá tus fechas de viaje para obtener precios exactos
Check-in
Agregá la fecha
Check-out
Agregá la fecha

4,33 estrellas sobre 5 basadas en 3 evaluaciones

Limpieza
Veracidad
Comunicación
Ubicación
Check-in
Precio según calidad

¿Dónde vas a estar?

Camogli, Liguria, Italia

▪︎SERVIZI A CAMOGLI, COME TROVARCI E STORIA DEL PALAZZO

Camogli è una piccola cittadina di 5000 abitanti dotata di ogni servizio: il nostro appartamento si trova in un Palazzo defilato, ma vicinissimo alla Passeggiata a Mare, al porticciolo/molo traghetti e alla grande spiaggia di ciottoli (libera-attrezzata o in stabilimento), raggiungibile in 2 minuti con una comoda rampa o con due ascensori pubblici gratuiti aperti 24h/24 che la evitano, conducendo alla stazione, ai parcheggi comunali e alle spiagge.
Il centro è ancora più vicino: in via XX Settembre e in via della Repubblica entro pochi metri potrete trovare il supermercato DORO: piccolo ma ben fornito, con banco macelleria e gastronomia; effettua servizio di consegna a domicilio della spesa (come anche il supermercato Gulliver di Migliaro, all'ingresso della Città, provenendo da Recco).
Nelle vie del centro, sotto casa, sono a portata di mano anche il tabaccaio, l'edicola, poi un ferramenta-casalinghi, ed ogni altro genere di negozio alimentare, le banche e la posta, il fioraio, la cartoleria, l'enoteca, un negozio di telefonia, la farmacia, la pubblica assistenza e la parafarmacia, il punto informazioni della pro-loco per i biglietti di treni/bus, ma anche estetista e parrucchiere; la stazione Fs, il Teatro Sociale, il Municipio e la Chiesa del Boschetto. Gradevoli sono anche le librerie e i negozietti d'artigianato artistico e le varie boutiques. Infine bar, tavole calde e gelaterie, lounge per l'ora dell'aperitivo, hamburgerie, osterie, ristoranti e pizzerie-focaccerie si trovano in tutto il paese: dal molo del porto, al lungomare e alla pedonale del centro dove, ogni Mercoledì, si tiene il mercato settimanale.
Sul mare si trovano pure club e società per esperienze subacque, canoistiche o velistiche, di pescaturismo e whale-whatching, per l'osservazione di delfini e balenottere, visite dell'Area Marina Protetta del Parco di Portofino, verso la punta Chiappa ed il famoso Cristo degli Abissi della baia di San Fruttuoso, nel mezzo del "Santuario dei Cetacei".

Infine anche la vivace cittadina di Recco è raggiungibile con una piacevole passeggiata di 30 minuti, oppure con i mezzi (5min. con un treno ogni ora, e 10min. con l'autobus urbano della linea 73); qui troverete altri servizi: dalla piscina scoperta agli impianti sportivi di tennis e calcio/calcetto, una spiaggia di sabbia, il lungomare, oltre ad altre innumerevoli esperienze (pe. surf e windsurf), locali -tra cui i rinomati ristoranti che preparano la squisita focaccia al formaggio di Recco IGP- e utilità, come l'ospedale (a Camogli ci sono studi medici dentistici, generici, oculistici...), un autosilos ed il terminal delle corriere.


~


Il nostro Palazzo risale ai lontani anni 1867-'70, ed è sicuramente il più prestigioso dei sette edifici similari che compongono la via Bozzo, costruita sul terrapieno creato per consentire la costruzione ed il successivo raddoppio della ferrovia tirrenica Roma-Genova: immediatamente visibile per l'ancora originale facciata rosa, -l'unica ornata da timpani, dalle lesene e dai fregi risorgimentali o massonici che indicavano i proprietari, sotto ogni finestra- ma impreziosita anche dalle balconate bianche in ferro battuto, dal piano rialzato, dai verdi giardini con vialetto antistanti l'edificio.

La strada è dedicata a Lorenzo Bozzo, il fondatore e gestore della antica "Trattoria Unica" così chiamata perché per anni fu il solo ristorante nella celebre borgata di San Fruttuoso, dove tuttora sopravvive, con il mutato nome "da Giovanni". Questa strada, a Camogli, è come se fosse via del Corso, via Garibaldi, via Po, via Tornabuoni o via Meravigli: qui a cavallo del XIX° e XX° Secolo, nel momento di massimo splendore della "città dei mille bianchi velieri", i ricchi armatori investirono quanto guadagnato dalle attività marittime commerciali e dai noli delle loro imbarcazioni, armate anche per la Regia Marina nella Guerra di Crimea (1853) o per la conquista francese di re Carlo X in Algeria (1830), facendo costruire nuove eleganti dimore di rappresentanza, già dotate di ogni comforts per l'epoca e caratterizzate da luminosi ambienti di pregio, con portoni intagliati, dettagli in ottone, ceramiche, marmi ed intarsi, grandi scale, alti soffitti a volta con affreschi d'autore, stucchi e rilievi, pavimenti di cotto, camini ed in cucina maestosi lavabi di marmo in stile genovese e runfò a legna, coperti di colorate maioliche decorate a mano.
Come per la nobiltà, si faceva a gara nella costruzione del miglior palazzo, commissionando gli affreschi a noti artisti, quale il Barabino -che sarà l'architetto artefice del riordino urbanistico neoclassico per il Comune di Genova- affinché indicasse uno status sociale, certo radicalmente diverso da quello delle anguste case dei pescatori, piú tipicamente liguri.

Trattandosi di investimenti, i proprietari adottavano la cosiddetta caratura (una forma di comproprietà tipica delle imbarcazioni), comune nelle loro attività armatoriali: la si suddivideva in 24 parti, nei carati, come se fossero delle azioni per poter mitigare i rischi della navigazione, avere più partecipazioni e condividere le spese. Questa però non era una normale comunione in quanto il singolo caratista aveva meno poteri del proprietario ed, infatti, era divenuta pratica comune, e piuttosto moderna, quella di aprire gli investimenti in società con altri armatori della città, ma anche ai marinai dipendenti degli stessi -tanto nei brigantini quanto negli appartamenti- cosicché, talvolta, potessero essere stipendiati con la caratura e la rendita conseguente, da lasciare alla famiglia, invece che con lo stipendio da navigante.

L'armatore che decise di costruire il nostro condominio era un pluridecorato Capitano di mare camogliese, il Cav. Giovanni Razetto (1823-1896): dapprima semplice navigante, poi facoltoso commerciante e tra i più abili armatori camoglini; nonostante fosse anche Commendatore della Corona veniva abitualmente soprannominato Poixettö, nome con cui veniva indicato il nostro Palazzo.
Fu un patriota di spicco nell'importante ambito ligure: era conoscente della famiglia Bixio di Genova, dei Rubattino e del giovane alfiere dei Mille, il concittadino Simone Schiaffino a cui è dedicata la Piazzetta di Camogli.
Ma fu anche un intimo amico dello stesso Giuseppe Garibaldi, che conobbe probabilmente durante i commerci e i viaggi di gioventù in America Latina: a legarlo al Generale erano, ancor più degli ideali politici, la condivisione del legame da fratelli di quella massoneria che spesso viene richiamata nelle decorazioni dell'intero edificio. Nel piano terra, sul retro, una stanza (privata) tra le cantine era proprio l'aula degli incontri dei cosiddetti "massün" di Camogli, decorata nella volta con l'affresco delle stelle, simbolo delle logge.

Ma, del resto, i rapporti dell'eroico condottiero con Camogli sono ancora più risalenti: dopo gli studi in Accademia Nautica a Genova e i primi viaggi, assumerá il suo primo comando a Costantinopoli, proprio su un veliero varato nei noti cantieri della città, il "N. S. delle Grazie", armato dai Casabona di Camogli, dove dapprima l'Eroe sale come semplice scrivano. Il primo comando è sempre una tappa importantissima per ogni uomo di mare e a Garibaldi, simbolicamente, fece sempre ricordare caramente il nostro borgo, che definì un "paese modello", come del resto era, a quell'epoca, per via dello sviluppo socio-economico e culturale creato grazie alla capacità imprenditoriale dei suoi abitanti, alla nota oculatezza e alla lungimiranza dell'Amministrazione.
Fu, così, naturale soggiornarvi e mantenere, a più riprese, i contatti con il Sindaco e i notabili cittadini, ognuno con un piccolo ruolo negli eventi che portarono all'unificazione italiana. E tra questi spiccava proprio il Poixettö, con il quale numerose lettere (una ne é conservata, insieme ad altri cimeli, al Civico Museo Gio Bono Ferrari) ci testimoniano uno strettissimo rapporto di devozione.
Razetto infatti, come gran parte della classe dirigente marittima di Camogli, era progressista e liberale: da fervente repubblicano unionista, si annovera tra i sicuri finanziatori della Spedizione dei Mille che, non tutti sanno, dopo la partenza da Quarto al Mare il 5 Maggio 1860, si fermó, con il "Piemonte" ed il "Lombardo", proprio davanti le coste di Camogli per i rifornimenti necessari alla partenza verso l'Argentario.

Ma è soprattutto in vecchiaia che abbiamo le testimonianze del rapporto tra l'armatore e l'Eroe dei Due Mondi: il Cavalier Giovanni donò al Generale la co-proprietà (2 carati) di un brigantino denominato in suo onore "Dittatore Garibaldi", per garantirgli una rendita fissa. Su questo, il Poixettö volle già fosse inserito, come polena, un busto garibaldino con la tipica barba, la camicia rossa dei Mille ed una spada sguainata; fu così che, sotto i migliori capitani camogliesi, navigó a lungo tra il Capo di Buona Speranza, Gibilterra, il Mare del Nord ed il Mar Nero. Il bastimento venne varato nell'Autunno del 1861, proprio quando -terminata l'unione del Regno con il Mezzogiorno della Penisola- il Generale si ritirò a Caprera, nel suo modesto esilio, ma fu soprattutto nel 1862, dopo la spedizione mancata verso Roma, il ferimento in Aspromonte, la convalescenza e l'arresto in caserma, nel seno del Varignano (SP), che quella rendita fu vitale per l'Eroe nizzardo e per la moglie Francesca Armosino, tanto da far scrivere a Razetto:«Mio caro Capitano, quanto avete fatto per la mia famiglia merita la mia maggior gratitudine e ne terrò il ricordo per tutta la vita».

Subito dopo questo travagliato periodo, è proprio verso l'aspra isola sarda che, allora, si instauró una cordiale amicizia epistolare con cui, oltre alla gestione dei comuni affari, si scambiavano regolarmente notizie, doni e reciproci ringraziamenti: si narra di invii di primizie coltivate sulle fasce delle due riviere liguri, biscotti del Lagaccio e pandolce, caffè, stoccafisso, pasta e gallette, di funghi secchi e di acciughe salate, oppure -di rimando- carciofi, coste d'agnello e capretti sardi.

Insomma, trascorrere qualche giorno nel nostro appartamento storico, in quello stesso nobile Palazzo dove pare che, nel 1874, soggiornó come ospite Garibaldi in persona, oltre ad altri illustri protagonisti del Risorgimento, fa respirare i fasti della nostra antica storia patria nell'Unità Nazionale.

Anfitrión: Giovanni

  1. Se registró en octubre de 2020
  • 3 evaluaciones
  • Identidad verificada

Durante tu estadía

Siamo a disposizione degli ospiti sin dalla scelta online del nostro appartamento storico, per qualsiasi richiesta.

Vi raggiungiamo all'arrivo per accogliervi di persona nella casa: qui Giovanni richiederà l'imposta di soggiorno comunale e avrà bisogno di registrare i documenti di tutti gli ospiti per la comunicazione alla Polizia di Stato, ex art. 109 T.U.L.P.S.

In casa saranno fornite tutte le istruzioni ed anche le informazioni turistiche necessarie a vivere una vacanza a Camogli godendosi i paesaggi, i sapori e le escursioni della nostra Riviera genovese durante il soggiorno.
Ma rimaniamo sempre a Vostra disposizione, anche in presenza, per qualsiasi problematica durante il soggiorno: per noi è importante che vi sentiate come a casa ed abbiate un riferimento fidato in loco.

Cerchiamo poi di concludere il soggiorno di persona, con la riconsegna dell'appartamento, per un saluto e ricevere i Vostri rilievi.

Ai nostri ospiti chiediamo di firmare, all'inizio del soggiorno, un apposito contratto di locazione abitativa ad uso turistico per massimo 30 giorni (ex articolo 4 Dl. n.° 50/2017 conv. con mm.ii. dalla L. n.° 96/2017). Il contratto, informato sulle norme del Cod. Civile, può essere richiesto dall'ospite sin dal momento della prenotazione ed è disponibile nelle "Regole della casa".
Siamo a disposizione degli ospiti sin dalla scelta online del nostro appartamento storico, per qualsiasi richiesta.

Vi raggiungiamo all'arrivo per accogliervi di persona…
  • Número de póliza: Cod. CITRA: 010007-LT-0392 (L.r. Liguria n.°32/'14). L’affitto dell’appartamento è autorizzato da Regione Liguria, Provincia di Genova, e la delibera è consultabile su richiesta all'host. La struttura è anche censita al n°. 7013 presso la Questura di Genova nell'adesione al servizio cd. "AlloggiatiWeb" per la comunicazione degli ospiti ex art. 109 T.U.L.P.S.
  • Idiomas: English, Italiano
Para proteger tus pagos, nunca transfieras dinero ni te comuniques fuera del sitio web o la app de Airbnb.

Qué tenés que saber

Normas de la casa

Check-in: De 11:00 a 18:00
Check-out: 17:00
No apto para bebés (menores de 2 años)
No se permiten fiestas ni eventos
Se admiten mascotas
Apto para fumadores

Salud y seguridad

Comprometido a seguir el proceso de limpieza avanzada de Airbnb. Mostrar más
Se aplican las pautas de distanciamiento social de Airbnb y otras normas relacionadas con el coronavirus
No hay un detector de monóxido de carbono
No hay un detector de humo
Zonas elevadas sin baranda ni protección de otro tipo

Política de cancelación

Descubrí otras opciones en Camogli y sus alrededores